This is Killer

Dimenticate il primo e il secondo, il tuo o il mio: al Killer non troverete le classiche portate, ma piatti da scoprire insieme. Il menu, che porta la firma di Andrea Marconetti, executive chef e socio fondatore, prende ispirazione da tutto il mondo, con profumi e ricette inedite. Ognuna può essere accompagnata dal cocktail perfetto, preparato dal bartender Riccardo Tesini, o da da più di 100 etichette di vino.

Dal lunedì al sabato potrete cenare a uno dei tavoli illuminati dalle ipnotiche bolle al neon di Emanuele Saracino o guardare gli chef che cucinano a vista, seduti al bancone show cooking, i cui Food Portaits di Remy Ponchet spiccano al centro della sala; potrete conversare sotto le luci soffuse e diffuse della pink room; oppure prenotare il social table del Pollaio, che all’occorrenza diventa privé, e mangiare in compagnia dei pulcini luminosi creati dall’artista francese BiBi.

Oltre alla cena, il Killer vi aspetta per l’aperitivo.
La Pre Dinner comincia alle 18.30, al bancone silver che c’è all’ingresso. Sorseggiare deliziosi drink e assaggiare frittelle di alga Kombu, grissini home made e mondeghili in salsa ponzu diventerà un’irrinunciabile abitudine.

La musica? Naturalmente al Killer è di casa. Il pop qualche volta si fa groove e sfiora note disco & house. Qualche sera si balla anche.

La verità è che al Killer si respira una bella aria perché le persone stanno bene.

killer’s social

carica altri